Come andare in pensione anticipata per depressione?

Pensione anticipata per depressione: accedere al prepensionamento tramite assegno di invalidità

I lavoratori dipendenti possono andare anticipatamente in pensione se afflitti da invalidità causate da difetti mentali o fisici, avvalendosi dell’assegno ordinario di invalidità (AIO). Hanno accesso a questo trattamento i soggetti che hanno subito una riduzione della capacità lavorativa a meno di un terzo e titolari di almeno cinque anni di contribuzione.

L'assegno di invalidità ha validità triennale e può essere confermato su richiesta del beneficiario. Dopo tre riconoscimenti consecutivi l’indennità diventa definitiva. Tra le motivazioni per le quali è possibile ricevere l’assegno troviamo anche l'invalidità etica, una forma di depressione cronica che ha origine da un turbamento psicologico irreversibile in cui sprofonda il soggetto consapevole di essere malato.

Pensione anticipata per depressione: requisiti necessari per ottenere l’AIO

Richiedi gratis un finanziamento in 5 minuti

Al fine di ottenere la pensione anticipata avvalendosi dell’assegno di invalidità per depressione il richiedente deve essere affetto da grave malattia e conseguente collasso psichico rilevante. Tale situazione deve essere attestata da una diagnosi redatta da un medico. Ovviamente per accedere al pensionamento anticipato la sindrome depressiva che affligge il lavoratore deve protrarsi nel tempo e avere un'importante incidenza sulla sua capacità di guadagno.

La pensione di invalidità può essere revocata nel caso in cui venga accertata una regressione della patologia. La Cassazione ha infatti decretato, con la sentenza n. 210/97, che la revoca può avvenire soltanto a fronte di un effettivo miglioramento delle condizioni fisiche del beneficiario dell’indennità.

 

Ultime notizie sulle pensioni

Pensioni 2016 requisiti: i criteri da rispettare Requisiti pensioni 2016 Ancora in Parlamento si discute sui progetti di riforma delle pensioni ipotizzando l’anticipo dell’uscita dal lavoro oltre a diverse flessibilità, nonostante le possibili modifiche però sono state introdotte le novità dall’In...
Busta arancione Inps: quando e a chi arriverà La busta arancione Inps sta per arrivare nelle caselle postale di un gran numero di contribuenti italiani, che avranno prestito informazioni sul loro futuro previdenziale. Busta arancione Inps a chi arriva: ecco tutte le informazioni La busta aranc...
Ultime pensioni precoci: le iniziative del Governo Le ultime pensioni precoci sono molto positive. Per avere un’idea generale del quadro è necessario considerare l’incontro tra i rappresentanti della categoria e il sottosegretario di Palazzo Chigi Tommaso Nannicini. Incontro Nannicini - lavoratori p...
Pensione anticipata senza penalità 2015 Pensione anticipata senza penalità: l’emendamento dell’onorevole Gnecchi A partire dal 2015 uomini e donne potranno andare in pensione a 62 anni senza tagli sull’assegno pensionistico Inps. Dal prossimo anno basterà infatti aver maturato almeno 42 a...
Pensione donne settore privato: cosa cambia dal 2016 Pensione donne settore privato e pubblico: quali le differenze In pensione solo dopo i 66 anni e 7 mesi. È questo il destino di molti lavoratori italiani con il prossimo adeguamento dei requisiti di pensionamento alle aspettative di vita. Dal 2016 i...

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: