Reddito di cittadinanza e riforma pensioni 2015

La questione reddito di cittadinanza potrebbe avere un ruolo molto importante nell'ambito della riforma pensioni 2015. Per quale motivo? Vediamolo assieme osservando le novità di questi giorni.

Reddito di base: la proposta M5S

La proposta M5S relativa al reddito di cittadinanza sarà sottoposta al vaglio della commissione lavoro. Il gruppo parlamentare ha fissato come quota minima per il reddito di base una cifra pari a 780 euro al mese a persona. Quanto costerebbe questa manovra? Circa 17 miliardi di euro. Per quanto riguarda il nodo del reperimento fondi in un sistema previdenziale già in situazione difficile, la proposta darebbe come risposta le pensioni d'oro, oggetto di un correttivo con la legge di stabilità 2015. Che cosa riguarda di preciso?

Reddito di base e novità pensioni

Il nodo delle pensioni d'oro è già stato in parte affrontato dalla legge di stabilità. Tra i punti che sono stati toccati è possibile ricordare la situazione dei lavoratori occupati prima del '96, che non potranno maturare o ricevere un trattamento pensionistico d'importo superiore a quello calcolato con metodo retributivo (tutto questo è valido a partire dal 1° gennaio 2015).

Oltre al reddito di cittadinanza, il Movimento 5 Stelle ha abbracciato la proposta relativa all'estensione del bonus di 80 euro anche ai pensionati, partita inizialmente dal segretario confederale Cisl Petriccioli. Proposta anche l'estensione del bonus di 80 euro - che secondo Confesercenti è stato utilizzato soprattutto per pagare debiti pregressi - a chi percepisce redditi superiori ai 26.000 euro annui lordi.

 

Ultime notizie sulle pensioni

Cumulo pensioni 2017: anche i professionisti possono farne richiesta Il cumulo pensioni 2017 è un punto di arrivo molto importante. Incluso nell’ultimo pacchetto previdenziale, può essere richiesto anche dai liberi professionisti. Il passo avanti è innegabile. Tale categoria, prima del 2017, doveva ricorrere alla r...
Sentenza TAR Lazio 2015: rivalutazione dei montanti per la pensione Rivalutazione pensioni: cosa cambia con la sentenza TAR Lazio 2015 Gli enti previdenziali possono rivalutare le pensioni in misura superiore alla variazione del Pil. È questo il risultato della nuova sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale d...
Prestiti pluriennali diretti Inpdap 2015, come vi accedono i pensionati Prestiti pluriennali diretti Inpdap 2015: di cosa si tratta Un pensionato iscritto alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali può ricorrere, così come un dipendente pubblico, al prestito pluriennale diretto Inps e Inpdap quando ha...
Prestiti in convenzione Inps: le principali proposte di finanziamento I prestiti in convenzione Inps sono soluzioni di accesso al credito proposte da istituti di credito che hanno stabilito delle partnership con l’Ente, grazie alle quali gli utenti possono richiedere somme di denaro a condizioni particolarmente agevola...
Pensioni riforma: ecco come cambierà il pacchetto previdenziale Il tema pensioni riforma è al centro dell’attenzione da diversi mesi. Ormai non resta che attendere l’approvazione del testo della Legge di Stabilità per capire come si configurerà il pacchetto previdenziale l’anno prossimo. Pensioni flessibilità: c...

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: