Pensionamento anticipato: tutti i requisiti per usufruirne

Quando si parla di pensionamento anticipato è fondamentale avere in mente i principali requisiti per usufruirne. Ecco qualche informazione per capire quali sono gli ultimi riferimenti normativi per sfruttare l'opportunità del pensionamento anticipato.

Pensione anticipata: ecco i requisiti

Quali sono i principali requisiti utili per usufruire del pensionamento anticipato? A partire dal 1° gennaio 2014, i lavoratori di sesso maschile possono andare in pensione a fronte del perfezionamento di 42 anni e 6 mesi di contributi. Le lavoratrici di sesso femminile possono avvalersi del succitato diritto, a fronte della maturazione di almeno 41 anni e 6 mesi di contributi.

Questi requisiti verranno modificati a fronte dell'adeguamento Istat della speranza di vita. Dal 1° gennaio 2016 si parlerà infatti di pensione anticipata a 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e a 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne. E le penalizzazioni? Ecco tutte le indicazioni in merito.

Pensione anticipata: il nodo penalizzazioni

Quando si parla di pensionamento anticipato non si può non chiamare in causa il nodo penalizzazioni. Chi usufruisce del trattamento pensionistico anticipato prima del compimento dei 62 anni di età subisce delle penalizzazioni sulle contribuzioni maturate fino al 2011. Le suddette penalizzazioni sono pari a un taglio del 2% per ogni anno di differenza rispetto ai 60, e dell'1% per ogni anno che separa dal compimento dei 62.

Questo sistema non vale per chi maturerà il diritto alla pensione anticipata tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017, lasciando l'attività lavorativa anche senza aver compiuto 62 anni.

 

RelatedPost

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: