Pensione minima novità 2014

Quali sono le novità pensione minima 2014?

Durante il 2014 si sono verificate varie modifiche alla realtà normativa delle pensioni, in buona parte per lenire gli effetti negativi della cosiddetta riforma Fornero. Vediamo allora quali sono le principali novità 2014 sul fronte della pensione minima per i contribuenti italiani.

Pensione minima Inps e le soglie di reddito

Il limite minimo di pensione per il 2014 corrisponde a 501,38 euro al mese. Queste sono le relative soglie di reddito di riferimento:

  • Superati i 035,88 euro, limite di reddito individuale, è esclusa l’integrazione;
  • È annullato il diritto all’integrazione nel caso in cui il reddito familiare di coppia superi i 26.071,76 euro;
  • Al di sotto dei 6.517,94 euro di massimo personale l’integrazione è del tutto riconosciuta;
  • I 19.553,82 euro sono invece il limite cumulato che consente il massimo di integrazione.
Richiedi gratis un finanziamento in 5 minuti

Se analizziamo invece le fasce intermedie (da 6.517,94 a 13.035,88 euro in merito ai reddito personali e da 19.553,82 a 26.071,76 per il reddito di coppia), abbiamo una integrazione completa o parziale, sulla scorta dell’importo computato per l’assegno, che, se la coppia è coniugata, sarà definito in base ai redditi cumulabili.

Pensione minima 2014, le integrazioni

Ma a quanto ammonta l’integrazione? In merito alla quota retributiva, sono considerati sia la retribuzione, che può essere fornita mediante assegno pensionistico, sia gli anni effettivi di contributi maturati. In questo caso, l’integrazione corrisponde al 2% per ogni anno di versamenti, solo quando la somma riguarda un livello inferiore al minimo di legge. Per conseguire l’integrazione è necessario non disporre di ulteriori fonti di reddito, e il reddito familiare di coppia deve risultare al di sotto della soglia di quattro volte il minimo.

 

Ultime notizie sulle pensioni

Pensione anticipata contributiva 2016: ecco cosa devi sapere Le discussioni in ambito previdenziale vedono al centro dell’attenzione il nodo della flessibilità in uscita. Nell’ambito del dibattito generale si distingue un’attenzione specifica relativa a pensione anticipata contributiva 2016. Pensione anticipa...
Pensioni con sistema misto: ecco come si calcola il trattamento Le pensioni con sistema misto rappresentano un aspetto fondamentale da approfondire per chi, al 31 dicembre 1995, aveva meno 18 di contribuzione utile. I sistemi di calcolo della pensione: quali sono? Prima di entrare nel vivo delle pensioni con si...
Pensione Anticipata: tutte le novità di questo 2017 Pensione Anticipata: interessanti novità in arrivo. Non sono poche le novità che ci attendono nel 2017 per quanto riguarda il tema, piuttosto scottante, della Pensione Anticipata.  Dopo un dibattito che si è protratto per diversi mesi, pare si sia ...
Si può andare in pensione a 57 anni? Pensione a 57 anni: i nodi da risolvere Si può andare in pensione a 57 anni? La Riforma Fornero ha lasciato parecchi strascichi negativi. Oltre ai danni oggettivi, come quelli inflitti ingiustamente agli esodati, i lavoratori lamentano condizioni pe...
Flessibilità in uscita pensioni: cosa cambia con la legge di stabilità Flessibilità in uscita pensioni 2016 La flessibilità in uscita è un tema che sta appassionando l’opinione pubblica. È infatti direttamente correlato a due nervi scoperti: da un lato la difficoltà dei lavoratori a ottenere la pensione, dall’altro la ...

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: