Contributi figurativi: cosa sono? Come funzionano?

Cosa sono i contributi figurativi? Quando si usa questa espressione si inquadra il riconoscimento a fini pensionistici di periodi di aspettativa non retribuita legata all'esercizio di cariche sindacali o elettive o a circostanze di congedo parentale. Vediamo qualche informazione in più sul modo in cui vengono trattati.

Contributi e aspettativa non retribuita: chi ne ha diritto?

Maturano il diritto a ricevere contributi figurativi quei lavoratori che si assentano dal lavoro per malattia o congedo parentale, e accettano un'aspettativa non retributiva o la riduzione dello stipendio. In che modo è possibile usufruire dell'accredito? Per procedere a questo proposito esistono due alternative. Vediamo assieme quali sono.

Contributi e aspettativa non retribuita: come chiederne l'accredito?

Come è possibile chiedere l'accredito dei contributi figurativi? Esistono due casi a tal proposito.

  • Accredito in seguito a domanda: l'accredito può avvenire in seguito a domanda (con modello scaricabile dal sito Inps) nei casi di contributi figurativi legati a periodi di servizio militare, congedo parentale, donazione del sangue, malattie dei figli in età infantile.
  • Accredito d'ufficio: l'accredito dei contributi figurativi da parte dell'ente previdenziale avviene d'ufficio nei casi di cassa integrazione straordinaria, contratti di solidarietà, indennità di mobilità , stato di disoccupazione.

I contributi figurativi vengono accreditati dall'Inps e, come è chiaro da quanto appena specificato, altro non sono che una copertura che va a sostituire i periodi in cui non vi sono versamenti da parte del datore di lavoro. Non hanno diritto a questo tipo di tutela i collaboratori a progetto, le Partite Iva e i titolari di contratti di collaborazione occasionale.

Ultime notizie sulle pensioni

Pensione integrativa Inps: di cosa si tratta e come funziona La pensione integrativa Inps è una prestazione volontaria che si somma a quanto versato a titolo obbligatorio, e che permette ai lavoratori di accantonare una determinata quantità di denaro da utilizzare una volta terminata l’attività professionale. ...
Pensione di inabilità: di cosa si tratta e chi ne ha diritto La pensione di inabilità è un trattamento economico erogato a domanda. La platea dei beneficiari è costituita da soggetti di ambo i sessi giudicati incapaci, in seguito a specifici accertamenti medici, di svolgere qualsiasi tipo di attività lavorativ...
Quattordicesima più ricca quest’anno: ecco come cambia nel 2017 La quattordicesima è al centro di diversi cambiamenti quest’anno. La Legge di Bilancio ha infatti previsto un rafforzamento del 30% della misura per i pensionati che percepiscono 750€ al mese. La platea dei beneficiari è stata anche ampliata sulla...
Contributi 2017: le novità per colf, badanti e Partite IVA Tra le principali novità riguardanti contributi 2017 ricordiamo la recente circolare Inps dedicata ai datori di lavoro di colf e badanti. Chi si trova in questa situazione, come dichiarato ufficialmente dai rappresentanti dell’associazione Assindatco...
Pensioni come si calcola: la guida per il lavoratore Informarsi sul proprio futuro previdenziale è doveroso. Viste le incertezze normative è fondamentale fin da ora documentarsi in merito a pensioni come si calcola. Come si calcola la pensione: informazioni sui sistemi Entriamo nel dettaglio di pensi...

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: